The Unripes "This is Not America" - Street Symphonies

Valutazione attuale:  / 2

The Unripes "This is not America" copertinaAvete presente un’infusione repentina di adrenalina? Una di quelle che vi scuotono per l’intera giornata e di notte vi ostacolano il sonno? Ecco, questi sono gli Unripes.

Dall’uscita del debut album “This is not America” nel dicembre 2012, la band non si è certo fatta attendere per spiccare il volo: “Reload” infatti, il primo singolo estratto dall’album, è stato scelto come colonna sonora ufficiale dell’ICW Big Bang, il più quotato campionato italiano di wrestling.

Insomma, un esordio col botto per i rockers modenesi, che si piazzano già da subito con irremovibile decisione sotto i riflettori della scena Rock/Metal nazionale.

Leggi tutto e Guarda il Video >>

Saffire “From Ashes to Fire” - Inner Wound Recordings

Valutazione attuale:  / 8

saffire cover“Wow”! È questa l’espressione che viene da esclamare già all’ascolto del primo brano. Se si ascoltasse quest'album senza sapere che è un debut, si potrebbe pensare che si tratti del lavoro di una band che ha già collezionato successi.

Non si sono certo risparmiati gli svedesi Saffire: tredici tracce che lasciano senza fiato, in grado di catturare l’attenzione dell’ascoltatore dal primo all’ultimo minuto.

“From Ashes to Fire” è il giusto mix tra l’Hard Rock, l’Heavy ed il Progressive di qualche decennio fa rivisto in chiave moderna; e forse non è il caso neanche di citare band precursori del genere perché, seppur si noti nella musica dei Saffire l’influenza dei grandi maestri dei decenni ’70-’80, la band svedese è riuscita a creare un lavoro originale ed assolutamente autonomo.

Leggi tutto e Guarda il Video >>

Shake Me "L'inquietudine" - GT Music

Valutazione attuale:  / 4

Shake Me "L'inquietudine" - Shake Me è il progetto datato 2009 del cantante Luca Albarella, e “L’Inquietudine” è il titolo del primo lavoro di questo autore salernitano e della sua band (Luka: voce, Joe Nocerino: chitarre - Guests: Dario Crocetta e Gaetano Di Iorio: chitarre, Maddalena Bellini: basso, Davide Izzo: batteria).

Dodici tracce solute in un composto di Hard Rock anni '90 tutto nostrano: infatti, tra le prime evidenze che si riscontrano in quest’album, è l’uso esclusivo della lingua italiana. E questo, diciamolo, piace. In più, sin dal primo ascolto si notano una produzione importante ed una capacità di arrangiamento molto matura, nonché un’eclettica personalità ancora in via di sviluppo ma con delle potenzialità notevoli.

Leggi tutto e Guarda il Video >>

Dead Soul "Planning Your Funeral" - Underground Symphony

Valutazione attuale:  / 4

dead soul "planning your funeral" copertinaI Dead Soul, gruppo italiano nato nel 2005, debuttano carichi di energia con il loro album "Planning Your Funeral", edito da Underground Symphony.

Influenze tecniche ed armoniche derivanti dal puro Metal anni '80 vengono incorporate in una visione del Thrash del tutto nuova, obbligando chi ascolta a rimanere attaccato alle casse.

L'abilità tecnica della band (Francesco Macchi: voce, Paolo Franceschi: chitarra, Alessandro Bruti: chitarra, Francesco Niccolai: basso, Federico Viviani: batteria) è strabiliante, pulita, e le prestazioni strumentali elevano ulteriormente il livello del contenuto, già di per sè ottimo.

Leggi tutto e Guarda il Video >>

Alphawave "ALPHAWAVE"

Valutazione attuale:  / 7

alphawaveL'undici ottobre 2013 è decisamente una data da ricordare: la Rock band italiana Alphawave esordisce con il proprio primo album, dopo aver vinto il concorso "Suoni Live 2011" (arrivando poi tra i quattro finalisti al “Sonic Waft Festival 2012” con il vecchio nome di Night Train) e la finale dell' "Hey Tu! Contest 2013".

La voce del cantautore Antonello Brunetti (fondatore della band, con all'attivo l'LP solista “Open To Change” ed il singolo “Accettare”) sostiene l'intera struttura dell'album, e sembra essere il frutto dell'unione tra lo stile di Matthew Bellamy dei Muse, la deliziosa e stucchevole rabbia di Jared Leto dei 30 Seconds To Mars, la protesta e la ribellione di Chester Bennington dei Linkin Park ed il mood Rock-alternativo, a tratti lievemente malinconico, di Thom Yorke dei Radiohead.

Leggi tutto...

Joe Sal "Live at Scimmie"

Valutazione attuale:  / 4

Joe Sal - Live @ ScimmieUn uomo e la sua chitarra: fino a che punto può spingersi questo rapporto? Ce lo mostra bene Joe Sal nel suo album Live at Scimmie, col suo mix di Rock, Folk e Country.

Attivo dal 1999, Joe prende parte a diverse esperienze come chitarrista e cantante in varie band, prima di inaugurare un progetto solista con brani originali nel 2012, ed arrivare al "Live at Scimmie" nel 2013.

L'Artista si esibisce da solo con la sua chitarra, e ci presenta con questo live album un'esibizione di puro cantautorato Rock in inglese, registrata nel noto locale di Milano "Scimmie".

Leggi tutto e Guarda il Video >>

7corde.it on Facebook


Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.