Diluve "Speed Jaculation" - Ghost Record Label

Valutazione attuale:  / 6
ScarsoOttimo 

Diluve"Speed Jaculation" (EP) è il secondo album dei Diluve, che ritornano sulle scene a tre anni dal primo lavoro "What the Hell is Diluve...?!?".

La band toscana è più grintosa che mai nel proporre il suo Punk Rock con influenze Metal: già da un primo distratto ascolto si può percepire la non indifferente potenza di suono, legata abilmente ad elaborate melodie, dirette ed insistenti.

I riff veloci e compatti di Riccomi e Oliveri si mescolano alla perfezione con la voce di Volpi, rabbiosa e carica di energia. L'estensione vocale del cantante è degna di nota, si presta benissimo al genere ed il vocalist è a suo agio anche nei momenti più drastici dei pezzi, come l'estensione prolungata, il cantato rapidissimo o lo scream che conduce con forza.

La coordinazione dell'intero gruppo è ottima, il basso di Crecchi è rapido e deciso ed il batterista JF Fiaschi non va per il sottile e non sbaglia un colpo: martellante e veloce ma allo stesso tempo molto preciso.

Il batterista, insieme alle chitarre e al basso, conferisce nel complesso un sound pulito e di qualità.

È molto interessante il fatto che questi ragazzi sappiano di essere bravi ma non si prendano troppo sul serio. Potrebbero essere accusati di volgarità dal pubblico più superficiale e pedante, ma qui non si tratta di volgarità, si tratta di ironia; fare ironia (ed autoironia) è una delle forme più nobili di intelligenza, ed i Diluve in questo sono maestri.

Diluve in concertoNon sarà difficile che ascoltandoli scappi una risata a denti stretti, quel sorriso "pirandelliano" che poi però fa riflettere, lo stesso che potrebbe cogliervi già nel guardare la copertina (azzeccattissima) dell'EP. I Diluve sono sorprendenti, picchiano duro ma rimangono allegri.

Ironizzano su tutto, prendendo spunto proprio dalla vita quotidiana, il lavoro, la religione e lo stile di vita dei giovani, ad esempio in "StronzaVita". Magistrale anche la cover dei NOFX "It's my job to keep punk rock elite".

L'ultimo pezzo è la sorprendente "Te Quiero", cantata totalmente in spagnolo: è un fulmine a ciel sereno, totalmente inaspettata. L'ironia sale al massimo, con l'accento italo-spagnoleggiante di Volpi, con i fiati a metà pezzo che giungono improvvisi, e con lo stornello finale da veri Mariachi.

Davvero un lavoro notevole, eccellente il ritmo del pezzo tutto, entusiasmanti e poderosi i lunghi assoli di Riccomi e Oliveri.

"Speed Jaculation" (edito da Ghost Record Label) è proprio un ottimo lavoro: i Diluve fondano egregiamente anche questa volta le varie influenze che danno origine al loro Punk/Metal.

Immaginiamo questi bei ragazzotti dai capelli lunghi provare duramente in cantina tra un vinello e una bistecca fiorentina, ma allo stesso tempo non è per nulla difficile pensarli su un palco a fomentare un folto pubblico bramoso di Punk di qualità. Sarebbe soddisfatto appieno.

Ascolta "Speed Jaculation" >>

Pin It

7corde.it on Facebook


Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.