Stef Burns League "Roots & Wings" - Ultratempo/Self

Valutazione attuale:  / 8
ScarsoOttimo 

Stef Burns "Roots & wings" copertinaIl talentuoso chitarrista californiano, noto per l'incredibile passionalità e lo straordinario rapporto empatico con le sei corde, all'attivo ha moltissime collaborazioni, tra cui Alice Cooper, Prince, Huey Lewis & The News e Vasco Rossi.

A distanza di sei anni dall'ultimo album solista, Stef Burns è tornato, più emozionante che mai. "Roots & Wings" (edito da Ultratempo/Self) si dichiara da subito un lavoro di netto stampo Rock.

La rotta è quella delineata dal precedente "World Universe Infinity”, nel quale il chitarrista ha iniziato a dedicarsi anche alle parti vocali.

Undici brani, di cui due strumentali, incorniciano emozioni intense e consacrano l'artista come autore e compositore, oltre che virtuoso strumentista.

Con un ventaglio di sonorità chitarristiche potenziate dalla dettagliata espressività di tutti gli strumenti, il disco conquista con una maturità diretta, servita con intelligenza compositiva e solistica di alta classe.

L'apertura adrenalica di “What Doesn’t Kill Us", primo singolo estratto (con la partecipazione della moglie Maddalena Corvaglia nel videoclip), lascia subito prendere fiato con due composizioni del versante soft.

Stef BurnsLe melodiche "Something Beautiful" e "Miracle Days" risaltano con gusto le parti strumentali e ci preparano alla bellissima "Home Again", ballad dall'infuso aromatico e delicato.

Con "Paper Cup" e "Cover you" ci si sporca il palato di sapore americano, un nostalgic Rock colorato di chitarra senza sbavature. "Sky Angel" e "Us" confermano l'innato talento di Burns, due strumentali ispirati in cui rifugiarsi.

La title tracks predilige un attacco più aggressivo, con riff belli tosti e pieni, a ricalcare l'approccio grezzo del rock, che sfuma anche nella beatlesiana "Patience" e nella più pacata "Heaven is blue".

Un sound caldo, avvolgente e prezioso. Un album che, oltre a poter vantare diverse collaborazioni (Faso, Paolo Costa, Dan De Shara, Alberto Rocchetti), si colloca nel facile ascolto senza cadere nella semplicità assoluta.

Un impatto sincero di suoni puliti e curati, "Roots & Wings" è ad alta digeribilità anche per chi di chitarra non ne mastica, ma sa accontentare l'orecchio fine del musicista attento ai dettagli. Un lavoro che nel complesso è godibile ed equilibrato, a confermare ulteriormente la crescita dell'artista.

Ricercatezza ed originalità si mixano con la naturalezza e la spontaneità del songwriting, e il risultato è genuino e appassionante.

Ricco di spunti ritmici, riff accattivanti, belle armonizzazioni vocali e suoni diretti, è un disco inebriante, che va sorseggiato come i migliori rossi d'annata. Incisivo.

Guarda il Videoclip >>

Pin It

7corde.it on Facebook


Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.