Age of Artemis “Overcoming Limits” - Power Prog Records

Valutazione attuale:  / 2
ScarsoOttimo 

Age Of Artemis - copertina di Overcoming LimitsLa band brasiliana, al debutto discografico con l'album “Overcoming Limits”, colpisce per l’intensità dei suoni e degli arrangiamenti. I toni, a tratti epici, malinconici e nostalgici attrarranno senza dubbio gli amanti della mitologia, del Ciclo Arturiano e del Fantasy. Ma non solo, visto che l’album spazia attraverso vari generi senza mai diventare noioso.

La band, formatasi nel 2008, con il nome “Artemis” grazie a Pedro Senna (batteria), comprende Alírio Netto (voce), Nathan Grego (chitarra), Gabriel "T-Bone" Soto (chitarra) e Giovanni Sena (basso).

Successivamente ribattezzatasi “Age of Artemis”, in alcuni spunti sembra rievocare i Sonata Arctica o i Nightwish, ma non mancano riferimenti al Prog dei Dream Theater. Ma l’indubbia maestria del vocalist, con la sua voce dal timbro distintivo e trascinante, fa la differenza.

Alìrio Netto non è certo un novellino: ha fatto parte dei brasiliani Khallice - apprezzati per le covers di Pink Floyd, Led Zeppelin e Deep Purple, ma anche per i loro brani originali - che nella loro storia hanno diviso il palco con Guns N’ Roses, Iron Maiden, Simply Red, Alanise Morrisette.

Ha impersonato Gesù nel cast brasiliano e messicano di “Jesus Christ Superstar” (una rivisitazione dell’originale rappresentato per la prima volta a Broadway) ed ha cantato in importanti produzioni di Opere quali “Madame Butterfly”, “La Boehme”, “Don Giovanni” e “Carmen”.

Carismatico e poliedrico, ha preparato alcuni interpreti di altri Musical e Opere come “Phantom of the Opera”, “Aida”, “The Beauty and the Beast” e “The Lion King” .

Age of Artemis - bandNaturalmente il merito dell’ottimo “Overcoming Limits” non è solamente suo: l’equilibrio con cui coesistono i vari stili - Melodic Power Metal, Ballads, parti orchestrali e corali - dà come risultato una sinfonia perfetta, orecchiabile, come ad esempio nel singolo “Truth in your eyes”.

Alla breve ed incisiva intro, che riassume lo stile della band, segue la spettacolare “Echoes Within”, forse uno dei pezzi migliori insieme a “One last cry” (“Rest your soul try to release the ghosts let hope light your way”) e “Break Up The Chains”. Ma anche ”Mistery” non è da meno: energia pura, da sparare a tutto volume!

Un discorso a parte merita “God, King and Fools” un mix di echi orientali mescolati a Pop, Alternative Rock, Metal, barocco: un colpo di genio fatto per colpire anche i meno amanti del genere.

Nel corso delle dieci tracce l’alternanza di riff, cori, passaggi orchestrali ed arpeggi tocca corde molto profonde.

“Overcoming Limits” - edito in UE da Power Prog Records – presenta al pubblico una band che è senza dubbio una rivelazione: già conosciuta e apprezzata in Brasile, Nord America, Giappone e sul web, meriterebbe di essere diffusa maggiormente anche in Europa ed in Italia.

I suoi motivi, adatti sia a momenti d’introspezione che a “coast to coast” in cabrio, saranno certamente apprezzati da chiunque abbia voglia di ascoltare una volta tanto qualcosa di nuovo.

Guarda il Video Ufficiale di "Take Me Home" >>

Pin It

7corde.it on Facebook


Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.