Cadaveria “Horror Metal” - Bakerteam Records / WhormHoleDeath

Valutazione attuale:  / 5
ScarsoOttimo 

Cadaveria "Horror Metal" Avete voglia di sonorità nuove e fuori dagli schemi? Cercate un genere oscuro, ma non troppo estremo? I Cadaveria sono esattamente ciò che fa per voi.

La band, che porta il nome dell’affascinante lead-singer ed ex vocalist del progetto Black Metal Opera IX, già a partire dal secondo album inizia a seguire un tracciato molto personale, abbandonando le strade già percorse.

Nel 2012 esce il quarto disco “Horror Metal” che appunto sembra affermarsi come un coronamento dello stile innovatore del gruppo, tanto da meritare una nuova definizione di genere. A prova della riuscita di questo progetto, sono ben due i video che ne sono stati estratti: “Death Vision” e “Flowers in Fire”.

“Flowers in Fire” in particolare si distingue per il suo ritmo cadenzato, con variazioni ritmiche generalmente poco accentuate, salvo che nella parte finale del brano. Ciò che varia particolarmente è invece il cantato, nel quale Cadaveria si esibisce prima in un pulito soffuso, lento e malinconico, molto d’atmosfera, per poi diventare asfittico, fin quasi claustrofobico nel ritornello.

Saltuariamente vengono poi inserite parti in scream che danno una scossa all’atmosfera Doom del pezzo ed impreziosiscono la canzone, mostrano a tutto tondo le doti della cantante.

“Death Vision” rimane invece più ancorata al Black Metal delle origini, con il cantato quasi esclusivamente sporco ed un ritmo anche qui molto cadenzato, ma veloce, il cui picco di aggressività è raggiunto nel ritornello.

Un altro brano di buona caratura è “The Night’s Theatre”, particolare perché impreziosito da tinte melodiche dolci e lievi, dal tono ben più Goth, che sembrano discostarsi, questa volta, dai tratti generali del disco.

Cadaveria cantante metalPer quanto quindi l’album possa seguire certamente dei tratti stilistici abbastanza ricorrenti, è importante notare che ogni canzone può essere considerata a sé: sembra quasi che ogni pezzo racchiuda un suo piccolo mondo e narri una sua storia indipendente, e come tale debba essere considerato: un’unità con un certo grado di indipendenza all’interno di un insieme più ampio e ben organizzato.

In generale l’album si configura come un lavoro a mezza via tra il Gothic Metal e il Black Metal, con numerose tinte atmosferiche in perfetto stile Doom Metal, utili per dare respiro ai pezzi veloci e per creare varietà di suono. Il ritmo è quasi sempre veloce ma cadenzato, e tende a presentare poche variazioni, ed i riff di chitarra sono molto spesso ripetuti e grevi.

Edito da Bakerteam Records in collaborazione con WormHoleDeath. “Horror Metal” si qualifica tra i migliori prodotti discografici della sua annata, ed offre nutriti spunti per l’affermazione di un carattere identitario e distintivo della band con sonorità compatte, variate e armoniche, semplici ma d'impatto.

Decisamente un buon risultato per la vocalist ed ispiratrice Cadaveria, che riesce nel suo intento di dare la luce ad un progetto personale, oscuro e malinconico.

Guarda il Videoclip di "Flowers in Fire" >>

Pin It

Aggiungi un commento

Nota Bene: I commenti non esprimono il punto di vista degli Autori degli articoli, nè tantomeno quello degli Amministratori del Sito.


Codice di sicurezza
Aggiorna

7corde.it - i Blog

7corde.it on Facebook


Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.